Categorie
 

Realizzazioni per Enti Pubblici

REALIZZAZIONE DEL BLOCCO SPOGLIATOI A SERVIZIO DEI CAMPI DA TENNIS PRESSO LA CITTADELLA DELLO SPORT NEL COMUNE DI CALDIERO-VERONA

Luglio – Novembre 2018

Questo appalto richiedeva l’invio di un’offerta economicamente vantaggiosa con soluzioni che proponessero un miglioramento estetico, energetico e di manutenibilità, a partire dall’idea a base di gara di un semplicissimo monoblocco prefabbricato a tetto piano.

Le migliorie proposte dalla Marcheluzzo sono state studiate ad hoc per risolvere le classiche problematiche di questo tipo di strutture industriali.

Il fabbricato in pianta doveva essere di 25 x 6 m, con un’altezza minima interna di 270 cm; doveva comprendere le docce a servizio dei 2 nuovi campi da tennis adiacenti, oltre ad un’area tecnica per gli impianti, un deposito/magazzino ed una zona comune con bar.

In alternativa, a quanto proposto dai produttori di prefabbricati, la ns intenzione è stata fin da subito quella di predisporre una carpenteria metallica marcata CE 1090, realizzata su misura con tubolari strutturali in acciaio; conferendo così imparagonabile robustezza e solidità rispetto ai classici profili pressopiegati da 2 mm.

Un ulteriore elemento di miglioramento è stato quello di creare una doppia falda di copertura che permettesse, limitandosi comunque in altezza per non superare la veletta perimetrale, di realizzare una maggiore pendenza. La maggioranza dei pannelli sandwich in commercio, tra l’altro, obbliga la posa in opera degli stessi con pendenza minima 7% per un corretto deflusso delle acque; senza contare che con una maggiore pendenza della copertura si riesce ovviamente anche ad usufruire di un maggiore rendimento dell’impianto FV.

Si è progettato uno sporto di falda di almeno 80 cm, sul lato ad ovest dove sono presenti le aperture ed il camminamento, in modo da creare un passaggio coperto e facendo sì di spostare l’alloggiamento delle due grondaie esternamente rispetto al filo del fabbricato, per evitare possibili infiltrazioni e rendere più semplice la manutenzione delle stesse.

Per fornire un adeguato isolamento termico ed assicurare buone prestazioni in termini di comfort interno ai futuri utilizzatori, si è deciso di aumentare lo spessore nominale di poliuretano isolante ad alta densità dei pannelli sandwich, sia in copertura che in parete, portandolo a ben 12 cm.

Abbiamo proposto la completa revisione del pacchetto di pavimentazione previsto in gara, costituito inizialmente da pannelli in conglomerato ligneo e rivestimento in linoleum; abbiamo optato per una tecnologia che ricalcasse quella delle costruzioni residenziali con massetto impianti, alleggerito, protetto nelle zone docce da guaina liquida, e finitura con piastrelle in gres, resistenti all’usura e soprattutto più durature data la natura dell’opera e l’alto livello di umidità prevedibile.

Esteticamente, come si può vedere dalle foto, si sono scelti pannelli del tipo plissè a fissaggio nascosto, per rendere il tutto decisamente più pulito e gradevole, in colore RAL 9007.

In abbinamento anche la lattoneria di corredo in alluminio preverniciato 10/10 mm, studiata nei minimi dettagli per riuscire ad ottenere l’effetto ricercato.

Qualche dato:

780 mq di pannelli sandwich

9.700 Kg di carpenteria metallica

Più di 950 ml di lattoneria in alluminio preverniciato

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.